News
04 Maggio 2017

Eolico, nel 2016 installati più di 54 GW nel mondo

eolico

Pubblicato il nuovo rapporto dal Global Wind Energy Council che evidenzia la crescita del settore eolico: nel 2016 la capacità cumulativa è cresciuta del 12,6% toccando i 486,8 GW.

Il nuovo Rapporto Global Wind Report pubblicato dal Global Wind Energy Council (GWEC) mostra che il settore eolico gode di buona salute considerando che nel 2016 sono stati installati più di 54 GW di energia eolica in 90 paesi, di cui 9 con più di 10.000 MW installati e 29 che hanno superato i 1.000 MW. La capacità cumulativa a livello globale è aumentata del 12,6% e ha raggiunto un totale di 486,8 GW.

Si tratta di un risultato importante ha dichiarato il segretario generale GWEC Steve Sawyer, l’eolico può ormai competere con le fossili, garantisce crescita sostenibile e occupazione ed è importante arrivare a un sistema di energia a zero emissioni ben prima del 2050 se vogliamo soddisfare i nostri cambiamenti climatici e gli obiettivi di sviluppo.

Lo sviluppo del settore del vento continua a velocizzarsi, crescita guidata dalla Danimarca che conta il 40 per cento di energia dal vento nel suo mix energetico, seguita da Uruguay, Portogallo e Irlanda con ben oltre il 20%, Spagna e Cipro intorno al 20%, Germania al 16%.
Nei grandi mercati della Cina, Stati Uniti e Canada l’eolico conta rispettivamente il 4%, 5,5% e 6%.

Global Wind Energy Council (GWEC) prevede che nel 2017 saranno installati quasi 60 GW di nuovi impianti, arrivando a una nuova potenza annuale di circa 75 GW entro il 2021, il che significa che la capacità installata cumulata arriverà ad oltre 800 GW entro la fine del 2021.
La Cina continuerà a guidare tutti i mercati, l’India è tra i paesi che cresceranno maggiormente. Buone prospettive anche per lo sviluppo del settore eolico per l’Africa, guidato dal Kenya, dal Sudafrica e dal Marocco.

Per quanto riguarda l’Europa le aspettative sono che il settore proceda in linea con i suoi obiettivi per il 2020, si prevede che il Vecchio continente installi circa 73 GW di nuova energia eolica nel periodo fino al 2021. Le installazioni offshore cresceranno nel 2017 e negli anni successivi, vista anche la riduzione dei prezzi e il miglioramento della tecnologia. A questo proposito l’Europa continuerà a guidare il mercato offshore, ma i prezzi bassi hanno attirato l’attenzione di molti altri paesi, in particolare in Nord America e in Asia.